Il ko nel derby col Pordenone, in casa giallonera, ha lasciato certo degli strascichi sul piano dell’umore. E proprio per questo il presidente Simone Maccan ci tiene a dare la carica all’ambiente in vista delle gare che mancano e dell’importante obiettivo play-off che resta all’orizzonte.

«Sono rimasto un po’ amareggiato per la prestazione del derby, perché venivamo da una settimana in cui ci eravamo allenati benissimo, in un clima positivo, con tutte le condizioni di fare bene. Sono amareggiato per i primi dieci minuti di gioco, in cui abbiamo di fatto regalato la partita, perché la squadra non può permettersi cali del genere, vista anche la caratura di alcuni giocatori. Non è possibile, in altre parole, avere questi blackout. Dispiace perché c’era una grande cornice di pubblico e da fuori non è stato sicuramente bello vedere una squadra così timorosa. Tutto il mio rispetto al Pordenone, perché se è lì vuol dire che è forte, ma se fossimo entrati più duri, decisi e con cattiveria, non dico che avremmo vinto, ma di sicuro ce la saremmo giocata fino alla fine senza doverci esporre con il portiere di movimento. Il Pordenone ha messo più voglia, rabbia e cattiveria. Però i primi quattro gol sono stati regali nostri e non doveva succedere.
Ma, al di là dell’amarezza, il messaggio che voglio dare è che comunque noi non molliamo. Voglio che sia un messaggio di carica: la società c’è e ci crede, non è andato in porto l’aggancio, ma il campionato è ancora lungo e possiamo andare fino in fondo all’obiettivo play-off. Ma deve essere chiaro che ci vogliono testa, mentalità e fame, tutte cose che sono convinto che abbiamo. Non possiamo più perdere strada, non dobbiamo più sbagliare.
Il nostro, certo, è un ciclo. Il Pordenone lotta da tre anni per salire, noi dobbiamo ancora lavorare sodo. Nei play-off non ci siamo mai entrati e quest’anno abbiamo tutti i mezzi per farlo, ma non dobbiamo avere cali. Quest’anno non avevo mai parlato, ma in momenti come questi, in cui si vanno a fare alcuni bilanci, è giusto far sapere che la società c’è e non molla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Questo sito web utilizza cookies per garantire il corretto funzionamento dei servizi offerti e per migliorare l’esperienza d’uso delle applicazioni on-line; può contenere componenti multimediali di terze parti, i quali possono generare a loro volta cookies sui quali non è possibile avere controllo; per ulteriori informazioni consulta la nostra informativa

Questi contenuti non sono disponibili con i cookies disabilitati.

Queste funzionalità identificate come “%SERVICE_NAME%” sono disabilitate in base alle Tue preferenze; per visualizzarne i contenuti è necessario abilitare i cookie: clicca qui per modificare le Tue preferenze.