Si riparte da Castelfranco: Maccan ospite dell’insidia-Giorgione

Si riparte da Castelfranco

Si riparte dalla 10^ giornata, si riparte dalla trasferta di Castelfranco. Archiviata la sosta per i recuperi – che peraltro non è riuscita a rimettere in pari il calendario di tutte le squadre del girone –, il Maccan Prata scenderà domani sul parquet del PalaVenale per affrontare l’insidioso Giorgione (inizio alle 16).

Una gara preparata a lungo, nelle tre settimane di stop forzato. «Tre settimane buone, in cui abbiamo lavorato tantissimo e bene – rivela mister Marco Sbisà –. Ringrazio i ragazzi, perché pur senza avere date sicure per la ripresa non hanno mai mollato, segno di una mentalità giusta; sono contento di come si sono comportati a livello professionale. Arriviamo sicuramente con un dubbio per l’assenza della partita, ma a livello fisico sicuramente stiamo bene».

Gli altri dubbi derivano dall’avversario, che il tecnico ha studiato bene. «Sono fermi più o meno da quando lo siamo noi – spiega –, per cui lo stop non credo possa influire più di tanto. Di certo sono la squadra più giovane del campionato, ma con grandissima qualità e ritmo; una squadra che fa dell’intensità una delle sue armi migliori, che gioca molto bene e che ha in panchina uno dei migliori allenatori in circolazione, Robson Marani». Una squadra, in altre parole, da temere. «Col Chiuppano hanno perso solo alla fine – continua Sbisà –, con l’Altamarca se la sono giocata come noi. Hanno pochi punti, è vero, ma hanno avuto un calendario molto brutto, per cui ne hanno meno punti di quanti ne valgano. Nel prosieguo del campionato me li aspetto protagonisti nella parte alta».

Quali, dunque, le contromosse? «Dovremo sicuramente far valere la nostra maggiore esperienza – aggiunge Sbisà –. Altro aspetto importante sarà il campo piccolo, al quale ci siamo preparati. Insomma, sono fiducioso e sicuro che andremo a fare una bella gara: mi aspetto una partita con tanti gol, perché loro ne hanno sempre fatti e subiti parecchi». A dirigere l’incontro saranno Francesco Salmoiraghi di Bologna e Simone Brentan di Saronno, coadiuvati al cronometro dalla patavina Elena Lunardi.

Infine, alcuni cenni generali. Dal prossimo turno – l’ultimo prima della sosta natalizia – subentrerà l’obbligo dettato dalla Lega Nazionale Dilettanti di sottoporre il gruppo squadra al tampone per la rilevazione del virus Sars-CoV-2 «entro le 48/72 ore antecedenti la disputa della gara»; tale onere avrebbe dovuto scattare già a partire da questo fine settimana, ma la Divisione Calcio a 5 ha concesso una deroga. Un altro punto di domanda rappresentano poi le date dei recuperi delle quattro giornate saltate in blocco nelle scorse settimane. Improbabile si giochi durante le Feste, visto che molte squadre hanno stranieri con già in mano il biglietto del volo di rientro per la sosta. «Sarà difficile recuperare lì – conclude mister Sbisà –. A livello mentale è stato un anno molto faticoso, perché non giocando ogni settimana è difficile tenere alta la tensione. A noi è andata anche bene, ma squadre come il Pordenone non hanno mai giocato due settimane di fila. Per quanto ci riguarda, dopo la partita del 19 staccheremo un po’, vedendoci al limite su Zoom per tenerci in forma, per ripartire nel 2021 con la mente più serena».

, , ,
Under-19, si comincerà il 10 gennaio. Parla mister Donato
Il Maccan espugna Castelfranco: è il terzo successo di fila

Post correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Questo sito web utilizza cookies per garantire il corretto funzionamento dei servizi offerti e per migliorare l’esperienza d’uso delle applicazioni on-line; può contenere componenti multimediali di terze parti, i quali possono generare a loro volta cookies sui quali non è possibile avere controllo; per ulteriori informazioni consulta la nostra informativa

Questi contenuti non sono disponibili con i cookies disabilitati.

Queste funzionalità identificate come “%SERVICE_NAME%” sono disabilitate in base alle Tue preferenze; per visualizzarne i contenuti è necessario abilitare i cookie: clicca qui per modificare le Tue preferenze.