Udine “bestia nera”: per il Maccan è il sabato più brutto

il sabato più brutto

Probabilmente il sabato più brutto, la peggior prestazione stagionale. Confusionario e senza idee, il Maccan Prata cade malamente a Udine, sconfitto con un 5-1 che non lascia il minimo appello. Un risultato che spinge ancora più fuori dalla zona play-off i gialloneri, superati dagli stessi uomini di Tita Pittini, autentica “bestia nera” del team pratese.

Padroni di casa in vantaggio a 4’59’’, quando la difesa ospite è sorpresa sugli sviluppi di una rimessa: di Turolo il rasoterra a filo che sblocca l’incontro. Per il resto il Maccan domina nel possesso, macinando passaggi, ma costruendo pochissimo. Le uniche opportunità, infatti, arrivano su tiri dalla distanza, coi soliti Morgade e Grandinetti a scalfire le mani del sempre pronto Agrizzi. Un copione scarno, ma comunque più di quanto avviene nella ripresa, quando la prima conclusione verso la porta udinese si registra a 9’18’’, ad opera di Feliciotti. Poco dopo il raddoppio, a tagliare definitivamente e precocemente le gambe (10’35’’): ironia della sorte, con una sfortunata autorete di Giannattasio, che in scivolata buca Marchesin nel tentativo di anticipare l’ex Štendler.

Di lì in poi sembra una ritirata scomposta. A 14’04’’ Chtioui cala il tris in contropiede a tu per tu con Marchesin; 23’’ dopo è invece Barile a firmare il poker con un tiro dal limite che l’estremo può solo sfiorare. Un destro da centrocampo di Morgade a 15’54’’, nell’unica vera disattenzione degli udinesi, riaccende a malapena le speranze; ma il lumicino dura appena 18’’, il tempo di vedere l’ex Della Bianca rovesciare in rete un rilancio millimetrico di Agrizzi. Udine City sul velluto, in campo entra pure l’immortale Stefano Verdicchio, 58 anni ad ottobre: è il segno che il finale è ormai scontato e che le idee, in vista del confronto con l’Arzignano Team, saranno da rischiarare ampiamente.

Di seguito il tabellino dell’incontro e la cronaca dettagliata.

UDINE CITY 5
MACCAN PRATA 1
UDINE CITY Agrizzi e Verdicchio (portieri), Ianesi, Martinez Rivero, Turolo, Della Bianca, Chtioui, Štendler, Sansica, Osso Armellino, Barile, Goranovic. All. Pittini.
MACCAN PRATA Marchesin e Fioramonti (portieri), Casagrande, Zocchi, Zecchinello, Giannattasio, Grandinetti, Buriola, Dominioni, Feliciotti, Dedej, Morgade. All. Sabalino.
Arbitri Sorci di Pesaro e Spadoni di Ancona; cronometrista Copat di Pordenone.
Marcatori A 04’59’’ Turolo; nella ripresa, a 10’35’’ autogol di Giannattasio, a 14’04’’ Chtioui, a 14’27’’ Barile, a 15’54’’ Morgade, a 16’12’’ Della Bianca.
Note Ammoniti Chtioui, Morgade, Martinez Rivero, Grandinetti, Buriola. Tiri liberi 0/0 e 0/0.

Primo tempo:
00’01’’ Partiti!
04’21’’ Punizione di Grandinetti dalla destra: la difesa respinge, ma sulla sinistra c’è Morgade a battere: Agrizzi ci mette una pezza, poi Zocchi cerca il tap-in, sporcato però dalla difesa.
04’30’’ Contropiede di Barile: sventola sulla corsa e risposta di Marchesin in corner.
04’59’’ VANTAGGIO UDINE! Difesa giallonera sorpresa su rimessa: dal limite il rasoterra di Goranovic, per l’1-0…
05’28’’ Traversa di Della Bianca in contropiede.
05’46’’ Triangolo Buriola-Dominioni, Agrizzi chiude in uscita sul secondo.
07’20’’ Gran botta di Grandinetti su punizione: Agrizzi bravo a deviare in corner.
10’56’’ Numero di Dominioni, che salta l’uomo centralmente ma conclude addosso ad Agrizzi.
11’20’’ Rasoterra di Zocchi in ripartenza: l’estremo udinese allunga il piede.
13’20’’ Grande chiusura di Marchesin su Ianesi, che cercava Della Bianca in orizzontale.
14’01’’ Zampata di Zocchi su corner di Giannattasio, palla deviata e alta di poco.
15’07’’ Della Bianca solissimo a tu per tu con Marchesin su un lancio lungo: l’ex perde l’attimo e Marchesin chiude a terra.
17’12’’ Ancora Agrizzi in corner su Grandinetti dalla distanza.
20’00’’ FINE PRIMO TEMPO! Brutta prima frazione dei gialloneri, che pur subendo poco faticano a impostare la manovra, trovando la porta dell’Udine City solo dalla distanza. Locali in vantaggio per una rete estemporanea di Goranovic nelle battute iniziali: una ripresa per invertire decisamente la rotta… Forza ragazzi!

Secondo tempo:
00’01’’ Ripartiti!
02’17’’ Volée di Martinez Rivero: il suo sinistro a mezz’altezza termina sul palo esterno.
07’53’’ Štendler raccoglie al limite una punizione dal fondo di Goranovic, strepitoso il riflesso di Marchesin, che poi mura anche Barile.
09’18’’ Sinistro di Feliciotti alzato in corner da Agrizzi: è il primo tiro in porta del Maccan nella ripresa.
10’35’’ RADDOPPIO UDINE! Contropiede di Turolo, che chiama all’uscita Marchesin e allarga sul secondo palo per Štendler, anticipato in scivolata da Giannattasio, per il 2-0…
12’24’’ Sventola di Morgade dalla distanza: Agrizzi respinge.
14’04’’ TRIS BIANCONERO! Contropiede micidiale dell’Udine City: segna Chtioui, a tu per tu con Marchesin: 3-0…
14’27’’ POKER! Sinistro di Barile dal limite: Marchesin può solo sfiorare. 4-0 pesantissimo…
15’54’’ GOL MACCAN! Siamo vivi: destro di Morgade dalla distanza, dritto sul secondo palo. 4-1!
16’12’’ QUINTO GOL UDINE! Rilancio di Agrizzi e rovesciata di Della Bianca: giù il cappello e 5-1…
20’00’’ SIRENA! Tanta confusione e poche idee: a Udine finisce 5-1. Probabilmente la più brutta gara dell’anno…

, , ,
Sfatare il tabù: il Maccan riparte da Udine
Arriva l’Arzignano, Sabalino: «Adesso fuori l’orgoglio»

Post correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Questo sito web utilizza cookies per garantire il corretto funzionamento dei servizi offerti e per migliorare l’esperienza d’uso delle applicazioni on-line; può contenere componenti multimediali di terze parti, i quali possono generare a loro volta cookies sui quali non è possibile avere controllo; per ulteriori informazioni consulta la nostra informativa

Questi contenuti non sono disponibili con i cookies disabilitati.

Queste funzionalità identificate come “%SERVICE_NAME%” sono disabilitate in base alle Tue preferenze; per visualizzarne i contenuti è necessario abilitare i cookie: clicca qui per modificare le Tue preferenze.