Via al girone di ritorno: si riparte da Chiuppano

Benché quello di andata sia ancora falcidiato dai rinvii, per il Maccan Prata è tempo di dare il via al girone di ritorno, in una prima trasferta da brividi. Dopo il successo di Rovereto e l’ulteriore posticipo del derby col Pordenone previsto per martedì scorso, i gialloneri recheranno domani visita al Carrè/Chiuppano/Alto Vicentino, contro cui nel match di esordio era finita 2-10.

Il tempo però è passato, e il Maccan di oggi è certo tutt’altra cosa rispetto a quello, tutto da plasmare, di inizio stagione. «Sono molto curioso di vederci – esordisce mister Marco Sbisà –, perché stiamo bene, arriviamo in un buon momento fisico e mentale. Sono curioso di vedere i passi avanti: sarà sicuramente tutt’altra partita, visto che all’andata non eravamo ancora consapevoli di noi stessi».

I brividi principali, ad ogni modo, derivano dall’ultimo successo dei vicentini, che nel recupero di martedì hanno travolto il Palmanova con un incredibile 21-1; il tutto, a tre giorni di distanza dal 3-3 di Belluno, con cui la corazzata aveva interrotto per la prima volta la serie di successi. Quale delle due si troveranno di fronte i gialloneri? «Il Chiuppano resta la squadra più forte del campionato – prosegue il tecnico –: l’ha dimostrato anche col Palmanova, dando prova di una mentalità incredibile giocando senza interruzioni, senza fermarsi mai. Resta una schiacciasassi che gioca sempre a mille: vorrà far la partita da subito, noi sappiamo cosa fare per cercare di metterli in difficoltà. Giocheremo senza pressioni, consci di quale dovrà essere la nostra partita, quelli che devono vincere il campionato sono loro».

La contesa sarà in mano al duo piemontese composto da Alessandro Botta di Biella e Tommaso Garreffa di Collegno (To), col veronese Giuseppe Mansueto al cronometro. La gara, a porte chiuse, potrà essere seguita in diretta sulla pagina Facebook del club vicentino. Fischio d’inizio alle canoniche 16.

Rinviato il derby di stasera fra Pordenone e Maccan Prata
Il Carrè è superiore, ma il Maccan cede a testa alta

Post correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Menu

Questo sito web utilizza cookies per garantire il corretto funzionamento dei servizi offerti e per migliorare l’esperienza d’uso delle applicazioni on-line; può contenere componenti multimediali di terze parti, i quali possono generare a loro volta cookies sui quali non è possibile avere controllo; per ulteriori informazioni consulta la nostra informativa

Questi contenuti non sono disponibili con i cookies disabilitati.

Queste funzionalità identificate come “%SERVICE_NAME%” sono disabilitate in base alle Tue preferenze; per visualizzarne i contenuti è necessario abilitare i cookie: clicca qui per modificare le Tue preferenze.