L’arrivederci del presidente: «Grazie Prata, lavoriamo per il futuro»

Archiviata anche l’ultima di campionato, il presidente Simone Maccan traccia un bilancio dell’annata trascorsa insieme al pubblico giallonero, chiudendo poi con i propositi per la prossima stagione, la seconda consecutiva in serie B del club di Prata di Pordenone.

l'arrivederci del presidente

«Il bilancio di questo primo anno non può che essere più che positivo. L’obiettivo iniziale era la salvezza e l’abbiamo raggiunta con largo anticipo. E arrivare al primo anno ad un soffio dai play-off è sicuramente qualcosa di ancora più importante, che ci riempie di orgoglio. Resta un po’ di rammarico per sabato, per come ci siamo congedati col nostro pubblico: mi aspettavo un miglior commiato, ma è innegabile che ci fosse la pressione di provarci fino all’ultimo e lo posso comprendere.

In settimana, adesso, si concluderà la nostra stagione, con le ultime due sedute di allenamento. Nel frattempo io e il direttore sportivo Paolo Di Rosa stiamo già lavorando per la prossima stagione. Miglioreremo la rosa: ci saranno arrivi importanti, ma ancora non sveliamo nulla.

Intanto voglio complimentarmi con i giocatori e lo staff, che hanno dato il massimo per rendere grande il nome della nostra società. Soprattutto, voglio ringraziare il pubblico, che ha dato un riscontro sempre più importante. Sono contento: al primo anno di serie B la Città ha risposto in maniera fantastica. Personalmente mi sento in debito: daremo tempo al tempo, ma voglio regalare a Prata e alla cittadinanza emozioni importanti. Questo resta l’obiettivo primario, essere competitivi per ricompensare l’affetto dimostrato e far divertire ancora di più il nostro pubblico. Anche perché più la squadra vince, più gente viene a vederla.

Speriamo di aver fatto da apripista per un rilancio del calcio a 5 nel nostro territorio. Il prossimo anno ritroveremo il derby col Pordenone C5, mentre i passi in avanti fatti con il Pordenone a 11 e con tutti gli altri club con cui abbiamo preso accordi ci hanno permesso di offrire un settore giovanile in espansione: siamo partiti da cinque ragazzi, adesso ne abbiamo più di cinquanta. E tanti altri continuano ad arrivare. Vogliamo creare un bacino importante di giovani promesse, che possano fare grande la nostra prima squadra.

Quindi, in conclusione, mi sento di dover ribadire i complimenti a tutti quelli che hanno lavorato in questa stagione. L’obiettivo è migliorarsi sempre, di anno in anno: noi ci saremo»

 

,
Sfuma il sogno: Maccan ko nell’ultima garanell’ultima gara di una grande stagione
Maccan-Pordenone Calcio: il progetto prende forma

Post correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Questo sito web utilizza cookies per garantire il corretto funzionamento dei servizi offerti e per migliorare l’esperienza d’uso delle applicazioni on-line; può contenere componenti multimediali di terze parti, i quali possono generare a loro volta cookies sui quali non è possibile avere controllo; per ulteriori informazioni consulta la nostra informativa

Questi contenuti non sono disponibili con i cookies disabilitati.

Queste funzionalità identificate come “%SERVICE_NAME%” sono disabilitate in base alle Tue preferenze; per visualizzarne i contenuti è necessario abilitare i cookie: clicca qui per modificare le Tue preferenze.